E'la Madonna che ci indica il cammino

Pellegrinaggio annuale da Osteria Nuova a Santa Maria di Galeria

Alla vigilia della festa dell'Assunzione di Maria Santissima in Cielo si è tenuta la consueta processione da Osteria Nuova a Santa Maria di Galeria. Scortati dalla Polizia Municipale, i pellegrini sono partiti dalla Parrocchia di Osteria Nuova alla volta del Santuario, percorrendo le vie della Borgata e la trafficata Via Braccianese. Nella sosta al Cimitero abbiamo pregato per coloro che ci hanno preceduto nella vita eterna e le cui spoglie lì riposano in attesa della risurrezione. Nella piazza del Santuario il Vescovo attendeva il nostro arrivo e subito è iniziata la celebrazione della Messa. Nel progressivo imbrunire spiccava l'altare, tutto illuminato. Nell'omelia il Vescovo ha indicato il ruolo materno della Vergine Maria nel cammino di fede di ogni cristiano, esortando tutti ad amare la Madre di Dio e ad imitarne le virtù.

Al termine della funzione siamo entrati nel Santuario per un'ultima preghiera e per l'accensione del cero votivo dell'Anno Santo della Diocesi, in ricordo del IX centenario della nascita di Porto e Santa Rufina. Dopo la preghiera - da sottolineare il servizio del canto svolto da Tonino Pirocci e dalle Suore Amanti della Croce, venute da La Storta; e il servizio all'altare svolto dai bravissimi chierichetti della Parrocchia - il Vescovo si è intrattenuto brevemente con i fedeli, per poi salutare tutti e augurare una buona festa. Così, anche quest'anno, nonostante le difficoltà, siamo riusciti ad onorare la nostra Mamma celeste. Dovevamo dirle il nostro grazie per averci protetto dall'influenza cinese e chiederle ogni aiuto per le attività che ripartono. 

Maria Rigali
foto: Daniele Baiano - Filippo Lentini 

 

Stampa news