Sotto lo sguardo dell'Immacolata

L'8 dicembre in Santuario

 

La festa dell'Immacolata è una tradizione antica della nostra Parrocchia che in questo giorno si è sempre stretta all'altare della Madonna, per invocarla quale protettrice delle famiglie. Anche dopo l'abbandono del Borgo di Santa Maria di Galeria, si è conservata la tradizione della Messa solenne e della processione in onore della Vergine; e così, nel freddo pomeriggio dell'8 dicembre, numerosi sono stati i fedeli che hanno voluto onorare la Madonna presso il Santuario di Santa Maria in Celsano, nel quale da secoli è conservata sopra l'altare un'antica e venerata Icona di Maria SS.ma.

Nell'omelia, Don Roberto ha ricordato come "da sempre i nostri padri hanno venerato la Madonna pregando davanti a questa Immagine, a Lei si sono affidati nelle necessità, e non hanno mancato di ringraziarla per gli scampati pericoli; infatti sono numerosi gli ex-voto che testimoniano la devozione verso Santa Maria in Celsano. Oggi siamo qui per rinnovare il nostro affetto e la nostra devozione verso Colei che Dio ha preservato dalla macchia del peccato, perchè fosse degna Madre del suo Figlio. A Lei ci rivolgiamo con fiducia filiale, noi che non siamo senza peccato, Le chiediamo la grazia di poterle assomigliare".

Dopo la Messa, alla quale è intervenuta la Corale che ha eseguito bellissimi canti mariani a più voci, si è svolta una breve processione nella piazza dell'antico Borgo, accompagnata da canti e preghiere della tradizione popolare. Al rientro, tutti hanno potuto esprimere con un gesto concreto l'affetto verso la Vergine, portando ai suoi piedi i fiori che avevano con sè; ne è risultata una straordinaria sinfonia di colori in onore della "Tutta Santa" che dall'altare ci guardava con intenso amore. In ultimo, la soprano Patrizia Baiano ha commosso tutti eseguendo un'intensa "Ave Maria" magistralmente accompagnata all'organo da Miriam Polesi.

Andrea Santi

foto di Daniele Baiano

Stampa news